Vivaldi Group

Risposte tecniche alle domande frequenti

FAQ

Tutte

  • Si, purchè rispetti le seguenti caratteristiche: capacità fino a 8 Gb, formattazione in FAT32, mp3 con velocità in bit non superiore a 192 Kbps, mp3 devono essere contenuti in cartelle nominate CD01, CD02, CD03.. ecc fino a CD99, ogni cartella può contenere fino a 99 file mp3.

  • No, poichè il nostro GIOVE USB è un lettore mp3 esso stesso, vi si possono collegare SOLO chiavette usb contenti mp3. Posso però collegarmi all’ingresso “auxin” mini-jack 3,5 compatibile con le uscite audio/cuffie della maggior parte dei lettori mp3 in commercio (iPod, ecc..).

  • Si possono realizzare serie e/o paralleli in base alle impedenze, senza scendere sotto i 4 ohm per canale. Se ho 3 casse e ne accoppio 2 su un canale ci saranno delle differenze di volume tra i 2 canali (si consiglia di aggiungere un comando RC10 cui collegare la terza cassa).

  • Posso utilizzare il GIOVE RC20 in configurazione “stand alone”, aggiungendo quindi l’alimentatore GIOVE AL3, eventualmente 1 GIOVE AUXIN o 1 GIOVE USB per collegare sorgente locale su tappo cieco, e 2 o più diffusori.

  • Ogni comando di zona possiede 2 uscite amplificate, ad ogni uscita possono essere collegati dei diffusori a bassa impedenza rispettando il carico MINIMO (non si può scendere SOTTO questo parametro pena il danneggiamento dell’amplificatore), pari a 4 ohm per canale. Per abbiamo più di 2 diffusori possiamo realizzare dei collegamenti in SERIE o in PARALLELO, pur restando sopra i 4ohm di limite. (Es. con 4 diffusori da 8ohm ciascuno possiamo collegarne 2 per canale in PARALLELO: impedenza totale 4 ohm).

  • Esistono comandi di zona RC20 con sensore IR esterno (GIOVE RIR1), che può essere posizionato fino a 20mt dall’RC20 (ad esempio in un tappo cieco). Specificare al momento dell’ordine la versione desiderata.

  • Potrebbero non essere stati indirizzati oppure non sono indirizzati correttamente, se l'unica sorgente che si riesce a sentire è il tuner interno,verificare che siano indirizzati correttamente come spiegato nel manuale di installazione.

  • Nella configurazione MIRROR la subzona “copia” pari pari alcune funzioni della zona a cui è collegata. Queste funzioni possono essere decise dall’utente tra : on/off, volume, toni, sintonia. Se ad esempio ho 3 RC20collegati in MIRROR e abbasso il volume dal primo anche negli altri 2 si abbasserà il volume allo stesso livello. Nella configurazione SLAVE il comando definito “Master” impone i parametri prescelti agli altri comandi impostati “slave”, ma non viceversa. Se ad esempio impostiamo l’RC20numero 1 come MASTER e l’RC20 numero 9 come relativo SLAVE, alzando il volume sull’1 si alza anche sul 9, ma se abbasso il 9 il numero 1 non si abbasserà.

  • La subzona è un’ulteriore comando RC20 che si collega in parallelo ad un altro RC20 che rappresenta una zona principale. In questo modo posso avere una zona in più senza dover aggiungere una seconda centrale o senza dover far passare un cavo in più dalla centrale. Le subzone hanno come unica limitazione quella di non poter ascoltare una sorgente audio DIVERSA da quella selezionata nella zona principale alla quale sono abbinate (ad eccezione del tuner interno). La programmazione delle subzone viene fatto dal menù della CA20 (CA20_CA21) o CA21 (CA20_CA21), e si possono scegliere le modalità MIRROR o SLAVE.

  • Si, con alcune limitazioni: l’RC20 funziona anche a 12V, non comunica con la CA10, non funziona il bus IR, posso collegare solo 2 delle 4 sorgenti collegate alla CA10 (che diventa 1 nel caso di collegamento di GIOVE USB o GIOVE AUXIN).

1 2

Recapiti

VIVALDI SRL
Via E.Fermi, 8 - Zona Ind.Est
30020 Noventa di Piave (VE) - Italy
Phone: ++39 0421 307825
Fax: ++39 0421 307845
info@vivaldigroup.it

Raggiungici